Archivi categoria: video, arte, programmi, spettacoli

La voce di Giulio

Nel novembre scorso, un programma radiofonico dell’emittente canadese CBC dedicò quasi un’ora di trasmissione a GM.
Una lunga intervista a Marc Raboy (che aveva da poco pubblicato la sua biografia) è accompagnata da alcune registrazioni d’epoca. Tra esse un raro intervento di Giulio Marconi, che nel 1951 rievoca l’impresa transatlantica del padre.

Domenico e i bachi

Riprendendo un’inesattezza che si tramanda da decenni, il video dedicato a GM per la lodevole iniziativa promozionale “Bologna Stories” a un certo punto recita: «La famiglia lo sostiene e gli concede per gli esperimenti la soffitta della Villa, dove il nonno allevava i bachi da seta».
Giancarlo Dalle Donne, studioso di GM e grande esperto di documenti d’archivio, fa notare che il nonno di GM, Domenico, morì nel 1848, e che solo nel 1849 Villa Griffone fu acquistata dai Marconi (nella persona di Giovan Battista, fratello di Giuseppe).

Lo and Behold

L’immagine del film è una testa composta da un groviglio inestricabile di fili, ma l’argomento è Internet, la sua storia, il suo travolgente sviluppo (con il determinante contributo del wireless).
L’espressione che dà il titolo al film corrisponde più o meno a «Ecco! Guarda!» (oppure «Guarda e stupisci»). La distribuzione italiana, con abituale rigore filologico, ha preferito il sottotitolo «Internet: il futuro è oggi» al sottotitolo originale «Reveries of the Connected World».
L’autore del film è Werner Herzog.

RFA

Nata nel 2009 a Marzabotto, Radio Frequenza Appennino (RFA) è una web-radio che sta Header-sito-RFAallestendo una seconda sede a Sasso Marconi, in alcuni locali del centro città. L’operazione avviene grazie al patrocinio e al sostegno del Comune di Sasso Marconi. È ufficialmente aperta la selezione di giovani collaboratori “volontari” (a partire dai 14 anni).
L’inaugurazione delle attività è prevista dopo l’estate con una visita a Villa Griffone per una simbolica “benedizione marconiana”.

frequenzappennino.com

A Brilliant Mind

Gli alunni della classe IIC Scuola Media – Istituto Comprensivo di Borgonuovo (Sasso Marconi), coordinati da Tiziana Saettone e Katya Rinaldi, hanno dedicato a GM un video che partecipa al concorso Speaker of the Year indetto dall’English Speaking Board.
Titolo del video: “Marconi, A Brilliant Mind”.

La prima volta del telefono

laprimavoltadeltelefonoIl libro, che racconta la storia del celebre programma “Chiamate Roma 3131“, è corredato da un’ampia documentazione audiovideo in dvd.
Raffaele Vincenti ha lavorato in Rai per quarant’anni (gli ultimi dodici alla Direzione Teche) guadagnandosi l’appellativo di “archeologo della Radio” (cfr. il suo sito). È autore anche di uno studio storico sul documentario radiofonico e di una “Intervista impossibile” a Heinrich Hertz, messa in scena nel dicembre 2014 al Teatro dell’Angelo (Roma) dallo stesso Vincenti e da Michele Mirabella.

scheda Rai Eri

RadioCorriere TV

radiocorrieretv_2016-04-26Un articolo del numero odierno del RadioCorriere TV propone all’attenzione del pubblico la riprogrammazione di quattro trasmissioni radiofoniche – GM padre del wireless – già qui segnalate, a cui si aggiunge la preziosa edizione integrale del programma di BBC Italia dedicato a GM nel 1974.
Le cinque giornate marconiane sono curate da Elisabetta De Toma per Radio 6 Teca.

Marconi, se ben mi ricordo

tabGMIn occasione del centenario della radio, Antonio Tabucchi scrisse per la Rai una pièce radiofonica che andò in onda su Radio 3 il 16 settembre 1995.
Interpeti: Gigi Angelillo, Vittoria Lottero, Ludovica Modugno, Roberto Accornero, Felice Andreasi, Sergio Troiano, Santo Versace. Regia: Giorgio Bandini.
Il testo fu poi pubblicato nella collana “Centominuti”.
Da notare una curiosa svista dell’autore, che colloca nel 1907 l’assegnazione del Premio Nobel a GM.

scheda Rai Eri

LIGHT UP THE HOUSE!

Gabriele Argazzi in scena nello spettacolo dedicato a Michael FaradayDal 2006 L’aquila Signorina / TERZADECADE (ovvero Gabriele Argazzi e Barbara Bonora) realizza una serie di spettacoli dedicati ad alcuni protagonisti della Scienza, secondo una formula originale in cui convivono elementi di messinscena e di alta divulgazione.
Lise Meitner, Lev Termen, Alan Turing, Barbara McClintock, Bruno de Finetti, Alfred Wegener, Michael Faraday, Cesare Maltoni, Fritz Haber sono gli scienziati oggetto delle diverse indagini teatrali. Il fortunato “Dante e la matematica”, concepito e realizzato insieme a Bruno D’Amore, completa – fino ad oggi – la collana di spettacoli, rappresentati con frequenza crescente in Licei e Istituti Superiori del nord e del centro Italia.
Lo spettacolo che rievoca la vita e l’opera di Michael Faraday merita qui, per ovvie ragioni, una menzione particolare.

scheda “LIGHT UP THE HOUSE!”