Archivi categoria: musei

Museo della radio d’epoca e della lirica

Ospitato dal 2001 in alcune sale dell’Istituto Tecnico Galileo Ferraris di Verona, il museo è nato nel 1999 per iniziativa di Alberto Chiantera, che ha allestito un’esposizione permanente dei migliori pezzi della sua collezione privata. Il museo – come si legge nelle note di presentazione – «è interamente dedicato alla figura di GM». Alberto Chiantera e il figlio Francesco ne sono rispettivamente Presidente e Direttore. >>

Mobile Phone Museum

Dal gennaio 2010 è aperto al pubblico, nel centro di Dublino, un museo dedicato alla telefonia mobile. Curatore è Alan Donohoe, che nel sito propone anche una breve storia del “telefonino”.
È possibile sia donare apparecchi telefonici, preferibilmente modelli precedenti il 2000, sia noleggiare gli apparecchi del museo a fini di rappresentazione cinematografica, televisiva, teatrale.

La stanza dei bachi

Fervente ammiratore di GM fin dall’adolescenza, nel 1997 Luigi Farano cominciò a ricostruire in scala ridotta alcuni dei primi apparati marconiani, raggiungendo nel corso del tempo quota venticinque.
Per documentare e illustrare la sua collezione di repliche funzionanti, qualche anno fa ha realizzato un sito che porta il nome del primo laboratorio di GM.

Coltano: ipotesi di museo

Si apprende dal notiziario dell’Università di Pisa che la Stazione Marconi di Coltano «ora in completo abbandono, è appena stata acquisita dal Comune di Pisa con l’intento di costruire un museo delle telecomunicazioni». Sull’agomento interviene Filippo Giannetti, autore di un recente studio che ripercorre le tappe del progetto Coltano, la cui realizzazione impegnò GM per diversi anni.
(segnalazione di Rosalba Ciranni)

Innocenzo Manzetti

innocenzo manzettiAl racconto della famosa querelle – a proposito dell’invenzione del telefono – tra Antonio Meucci e Alexander Graham Bell va aggiunto un capitolo per nulla marginale, che riguarda un altro inventore italiano, Innocenzo Manzetti (Aosta, 1826-1877).
Fra i tre, Manzetti fu addirittura il primo a presentare pubblicamente un progetto di telefono (1865), la qual cosa era nota sia a Meucci che a Bell. Continua a leggere

GM a Cape Cod

Cape_Cod_National_SeashoreLa posizione geografica di Cape Cod, che pare protendersi verso l’Europa, non poteva non attrarre l’attenzione del giovane GM, mentre progettava l’impresa “impossibile” di mandare un segnale wireless attraverso l’Atlantico. Era appena iniziato il secolo XX. Da allora la storia di GM s’incrocia più volte con quella di Cape Cod.
Oggi, in località Chatham, è attivo un centro marconiano che comprende anche un museo.
(segnalazione di Enzo Chiarullo)

Radiomuseo a Montevideo

radiomuseoIn tutti i cinque continenti si trovano tracce dell’attività di GM e della sua Compagnia. Nel 1991 è stato inaugurato a Montevideo il Primer Museo Viviente de la Radio y las Comunicaciones “Gral. José Artigas”, fondato da Antonio Tormo e Ligia Ferreira.
Il prossimo 20 luglio a Punta del Este, uno dei principali centri turistici dell’Uruguay, è previsto un incontro-omaggio a GM, in cui saranno tra l’altro ricordati il suo operato e la sua presenza nell’America del Sud.

Ancona: Sala Marconi

Foto sala museale Marconi 1L’ex chiesa di Sant’Agostino, Ancona, comunica direttamente con l’ex monastero, poi divenuto Caserma Cialdini, che oggi è sede del Comando in Capo del Dipartimento della Marina Militare dell’Adriatico. Lì ha preso corpo una mostra permanente dedicata a GM.
La sala delle colonne ripercorre la storia della radio dal primo esperimento di GM Continua a leggere

Museo dell’Arma del Genio

?????????L’Istituto storico e di cultura dell’Arma del Genio si trova a Roma, Lungotevere della Vittoria 31. Fu costruito a partire dal 1937 e inaugurato nel 1940. Oggi è in stato di semiabbandono, ma contiene un considerevole numero di pezzi di grande interesse, compreso un “modellino” di Castel Sant’Angelo dell’ampiezza di 25 mq.
Nel Museo esiste una sala denominata “Saletta Marconi” che ricorda la militanza di GM nell’Arma durante la prima guerra mondiale.