Archivi categoria: studi, teorie, pratiche

A domicilio

La vendita per corrispondenza ha più di un secolo e ha conosciuto stagioni piuttosto fortunate (vedi, in Italia, i cataloghi Postalmarket e Vestro) finché l’avvento della coppia Internet/telefono mobile non ha scombussolato il settore al punto che oggi i corrieri di due colossi con la A percorrono in lungo e in largo buona parte del Globo. Ma qual è la specificità del commercio elettronico (e-commerce)? Per chiarirsi un po’ le idee si possono consultare e confrontare le definizioni dell’Enciclopedia Treccani, di Sapere.it e dell’Encyclopaedia Britannica.

Girls 4 STEM

STEM sono le discipline scientifiche, ingegneristiche, tecnologiche e matematiche. È assodato che esiste un divario di genere e che risulta particolarmente evidente proprio in tali discipline. L’Unione Europea si sta muovendo da qualche tempo per favorire la progressiva riduzione del divario attraverso alcune iniziative (vedi per esempio la missione in Antartide) e propone ora un progetto pilota con l’obiettivo dichiarato di avvicinare le ragazze (13-18 anni) alle discipline che tradizionalmente sono ritenute più ostiche ovvero meno “femminili”. Il bando scade il prossimo 27 agosto. >>

IRACON

Fin dal 1971 COST (European Cooperation in Science and Technology) opera per la creazione di nuove reti di ricerca scientifica, con il sostegno dell’Unione Europea e di altre importanti realtà continentali. L’attività di COST prende corpo in particolare attraverso le cosiddette “Actions”, sorta di progetti quadriennali dal profilo assai articolato, con molteplici “attori”, luoghi e tempi di contatto. L’Action in corso si chiama IRACON (Inclusive Radio Communications): è iniziata il 22 marzo 2016 e terminerà il 21 marzo 2020. La ricerca, come traspare dal titolo, si prefigge di esplorare l’inclusività, valore aggiunto se non addirittura obiettivo primario nel continuo strutturale ridefinirsi degli accessi radio. >>

Rectenne

Nel festoso proliferare di neologismi tecnologici spicca la “rectenna” ovvero l’antenna rettificante, che ha la funzione di trasformare in energia elettrica le onde elettromagnetiche. Fino a poco tempo fa i tentativi in tal senso non fornivano risultati sicuri, ma ora alcuni ricercatori del MIT e dell’Università di Madrid, intervenendo sulla scelta e sull’utilizzo dei materiali semiconduttori, hanno realizzato le prime vere rectenne. L’impiego immediato riguarda la ricarica a distanza di piccoli dispositivi mobili (come gli smartphones); in prospettiva, tuttavia, si ritiene che i settori e i modi di impiego saranno numerosi. AlcunI dettagli in un articolo del magazine digitale di Fastweb. >>

Faggin e WALT

La strada che conduce alle invenzioni è lastricata da un gran numero di progetti abortiti, tentativi falliti, rinunce o rimandi o cambi di percorso. Ne è testimone Federico Faggin, uno dei grandi innovatori di fine XX secolo, che racconta al “Corriere della Sera” il suo incontro con Steve Jobs. >>
Sempre a proposito di Apple e di touchscreen: già nel 1993 era pronto il Wizzy Active Lifestyle Telephone (WALT), un prototipo di alcuni degli attuali dispositivi che cominciano con la “i” minuscola. Il progetto fu accantonato e i più non ne seppero nulla o quasi. In questi giorni Sonny Dickson ha pubblicato un video che lo mostra in funzione. >>

Donne in Antartide

Poco più di un anno fa, una spedizione di 80 scienziate (provenienti da una quindicina di Paesi) ha trascorso quasi un mese al Polo Sud per studiare da vicino una delle aree più implicate dai fenomeni che si ritengono connessi al rapido cambiamento climatico globale.
Un’avventura dal duplice obiettivo, perché valorizza finalmente il contributo femminile alla ricerca scientifica. Tra le partecipanti la docente cesenate Elena Joli, intervistata per “la Repubblica” da Marcello Radighieri. >>

Digital Disruption

La “perturbazione digitale” è un’interruzione di continuità che può determinare il crollo o addirittura la sparizione di una tecnologia, sostituita in men che non si dica da una variante imprevista/imprevedibile… Non è facile mettere a fuoco la categoria introdotta un paio di decenni fa da Clayton Christensen. Eppure pare che sia indispensabile – soprattutto nel mondo delle ICT – se non si vuole rischiare di soccombere. Anna Kucircova ha pubblicato di recente su “IQS Directory” una piccola guida che aiuta a comprendere il fenomeno e i suoi contorni. >>

Super Meteo

È pratica diffusa, da un paio di decadi, consultare quasi compulsivamente le previsioni meteo. Per ironia della sorte, il clima, nel frattempo, è divenuto sempre più imprevedibile. (>>)
Il Centro per le previsioni a medio termine di Reading (UK) è stato fino ad oggi il “fornitore ufficiale” di dati per tutta l’Europa. Dopo aver vinto una gara d’appalto, il Tecnopolo di Bologna è ora la nuova sede del Centro e ha in programma l’installazione di due nuovi supercomputer, grazie ai quali migliorare sensibilmente non solo le previsioni ma anche il complesso monitoraggio del clima.
Maggiori dettagli in un articolo della MIT Technology Review. >>

Polo in movimento

Nell’anno 1600 William Gilbert pubblicò a Londra De magnete. Da allora studi e teorie hanno chiarito le caratteristiche del campo magnetico terrestre, tra cui la più importante (e ovvia per gli esperti) è che il polo nord geografico non combacia con il polo nord magnetico. Non si tratta di un dettaglio, se per esempio si fa abitualmente uso della bussola. Oltre a non coincidere con l’omonimo geografico, il polo nord magnetico è mobile, e negli ultimi tempi (come più volte nella storia) ha accelerato i suoi movimenti. Lo evidenzia un recente articolo del settimanale “Tuttoscienze”. >>

La bilancia di Kibble

Come anticipava Alessandro Bettini sul periodico on line Prima Pagina della Società Italiana di Fisica, il 20 maggio 2019 decade l’autorità dell’ultimo campione fisico ancora riconosciuto: il chilogrammo. Da allora in avanti, uno dei due metodi per determinare l’unità di misura valida universalmente farà riferimento al sistema elaborato da Kibble, che vede coinvolto l’elettromagnetismo – il cui “peso” (verrebbe quasi da dire) acquista sempre più rilievo nel mondo in cui operiamo e ci muoviamo.