Il ruolo delle Fondazioni

A conclusione delle attività organizzate per il suo trentennale, la Fondazione Benetton Studi Ricerche propone a Roma, mercoledì 24 e giovedì 25 gennaio, due giornate di riflessione sul ruolo della cultura e dell’educazione al patrimonio culturale quale fonte di crescita collettiva e di coesione sociale.
Si inizia mercoledì 24 gennaio alle ore 15, nella sede di Palazzo Madama (sala Koch), con l’incontro, su invito, La cultura e il ruolo sociale delle Fondazioni. Promozione culturale, ricerca, memoria, welfare.
Continua a leggere

Associazione Veterani

Formatasi verso la fine degli anni ’20, The Marconi Veterans Association accoglie tra i suoi membri chiunque sia stato impiegato in uno dei settori della Marconi Company per un periodo di almeno 21 anni (in origine erano 25). Primo presidente dell’associazione fu lo stesso GM, a cui subentrò il cugino Henry Jameson. Nonostante la vetustà dell’associazione, sono ancora assai numerosi i veterani e varie e diversificate le attività.

GM a Rai Scuola

Rai Scuola riserva a GM un’ampia sezione, con video e schede realizzati in epoche diverse e con stili diversi. Un buon materiale per avvicinare scolasticamente la figura dell’inventore.
Piccolo neo: «Ignorato dalle istituzioni italiane» si legge nella sintetica scheda di apertura, dove si riprende ancora una volta la falsa notizia dell’iniziale “rifiuto” subito in patria, notizia che pure fu smentita pubblicamente dallo stesso GM.

Crociata magnetica

«Humboldt aveva a lungo indagato il fenomeno. Sulle Ande aveva scoperto l’equatore magnetico e durante il soggiorno forzato a Berlino nel 1806, quando l’esercito francese in Prussia gli aveva impedito di tornare a Parigi, lui e un collega avevano compiuto rilevazioni magnetiche a ogni ora del giorno – giorno e notte – un esperimento che poi aveva ripetuto al suo ritorno nel 1827. Continua a leggere

David Edward Hughes

L’anglo-americano D.E Hughes (1831-1900), musicista-prodigio in giovane età e poi ingegnere, brevettò negli anni Cinquanta del XIX secolo un telegrafo con tastiera alfabetica e stampante, un telegrafo duplex e un telegrafo-stampante. Noti sono anche i suoi studi per il microfono a carbone. Pare quasi sicuro che nel 1879, diversi anni prima di Hertz, fece alcune esperienze di laboratorio che prefiguravano la rivelazione delle onde elettromagnetiche.

Coleford: monumento a GM

Il 25 dicembre 1944 nel campo di prigionia di Coleford (UK) s’inaugurò un monumento a GM edificato dai prigionieri italiani ivi ospitati. La storia di quella inusuale impresa è raccontata nel libro di Laura Porciani Da El Alamein a Marconi e sintetizzata in un articolo di Francesco Berio. Del campo e del monumento è stata recentemente elaborata una ricostruzione in video. >>

AWA Museum

È il museo della americana Antique Wireless Association, nata nel 1952 per iniziativa di Bruce Kelley. La piccola esposizione delle origini, trasformata sviluppata e trasferita nel corso degli anni, dal 2013 ha sede a Bloomfield, NY, e promette di diventare un grande museo, sia per le dimensioni degli edifici che per la qualità di collezioni e attività. Naturalmente, in una struttura del genere, non poteva mancare una Marconi Room.

Algoritmi

«Nei mercati finanziari si guadagna o si perde in ragione della velocità delle operazioni: e si compete sui millisecondi. “Ma ce ne vogliono migliaia, di millisecondi, per pigiare il tasto di un mouse” dice Kevin Slavin di fronte all’attenta platea di Ted. Slavin studia i comportamenti delle persone coordinati dalle macchine: “La finanza dipende dagli algoritmi del software che governa le operazioni”. Continua a leggere

Connemara

Regione dell’Irlanda Occidentale, Contea di Galway. Nei pressi di Clifden – principale centro della regione – GM costruì una stazione radiotelegrafica per trasmissioni transoceaniche, che fu attivata nell’aprile del 1907. Quattro anni più tardi costruì una nuova stazione a circa sette miglia di distanza dalla prima, grazie alla quale perfezionò un sistema di trasmissione/ricezione non più solo alternata.
Lo racconta Amanda Crowley in “Vie Magazine”. >>